APPROPRIAZIONE INDEBITA DELL’AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO

Integra il reato di appropriazione indebita la condotta dell’amministratore di condominio che trasferisce sul proprio conto corrente le somme depositate dagli inquilini per ottenere un tasso di interesse migliore.

Lo precisa la Cassazione che non accoglie il ricorso dell’amministratore secondo cui la somma sottratta, pur non essendo destinata a fare fronte a spese condominiali, era stata depositata su altro conto a titolo di investimento nell’interesse esclusivo del condominio amministrato.

CASSAZIONE 25 MAGGIO 2016, N. 33547 (per leggere la SENTENZA clicca QUI)